Scheda Spettacolo

TITO ROVINE D'EUROPA

domenica 16 giugno ore 20

Teatro Astra, Torino

Prima assoluta

TITO ROVINE D'EUROPA

Il cerchio di gesso

durata 80'

Lo spettacolo è tratto dal Tito Andronico di Shakespeare e dalla rilettura di Heiner Müller Tito fall of Rome. Il progetto esplora in particolare il rapporto tra padri e figli con sullo sfondo un’Europa in decadenza. Si interseca al testo il viaggio, vissuto in prima persona dagli artisti, per documentare le attuali rovine d'Europa, da Berlino a Dresda, a Varsavia, a Buchenwald, a Teufelsberg.

di Michelangelo Zeno
regia Girolamo Lucania

musiche originali e sound design Ivan Bert
video art Riccardo Franco-Loiri
progetto fotografico Vittorio Mortarotti
scenografia e costumi Elisabetta Ajani
fonica e programmazione sonora Pietro Malatesta

coproduzione Teatro i
partner CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia, Goethe Institut, Nero edizioni
il progetto è realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo,
nell'ambito del Bando ORA! Produzioni di Cultura Contemporanea

Il generale Tito all'improvviso non riconosce più la sua vita, non riconosce più il suo mondo. La famiglia, i figli, la guerra, la storia, l'amore. Il suo corpo non risponde più ai suoi comandi. Attorno a lui uno stuolo di figure abbandonate e fragili, perse nel futuro prossimo del capitalismo avanzato.

A partire dal Tito Andronico di Shakespeare e dalla riscrittura di Heiner Müller, Tito - Rovine d'Europa è un viaggio attraverso un continente in cambiamento, popolato da uomini e donne che vivono o sopravvivono immersi nelle sue rovine, sperduti alla fine della storia. In questo tempo crudele in cui i morti dell'Impero sono un ricordo antico, ma incancellabile, padri e figli sembrano destinati a vivere separati da un divario incolmabile.
Rovine d'Europa è un affresco corale, una divagazione onirica che apre squarci sulla decadenza che ci circonda, sui suoi significati e sui suoi sviluppi possibili e impossibili. 

CUBO TEATRO
Nasce a Torino nel 2010 come spazio multidisciplinare con l'obiettivo di programmare e produrre arte contemporanea in ambito performativo, con particolare attenzione all'innovazione, ai nuovi linguaggi e alla drammaturgia inedita.
Lo sguardo del Cubo si concentra sulle tematiche e sui linguaggi contemporanei della scena nazionale, sul lavoro di scouting delle compagnie giovani e sulle realtà più rilevanti fra gli artisti italiani.  Le azioni del Cubo sono: programmazione, produzione, residenza, formazione, territorio. Cubo Teatro è partner di OFF TOPIC e Fertili Terreni Teatro.

Menu secondario