Calendario

DICKINSON'S WALK

da venerdì 8 a domenica 10 e da venerdì 15 a mercoledì 20 giugno, ore 21

Caffè Elena, Torino

DICKINSON'S WALK

Undicesima parte di Interior Sites Project

Cuocolo Bosetti / IRAA Theater

durata 60'

La Dickinson si rinchiudeva in una stanza della casa paterna, Roberta Bosetti libera le parole della poetessa americana nelle piazze e nelle strade di una città, camminando. Dice versi e stralci di lettere. Un piccolo viaggio reale (che comincia in Piazza Vittorio) e uno mentale, condivisi dagli spettatori.

ROBERTO ZUCCO

martedì 12, ore 19.30; mercoledì 13, ore 20.45; giovedì 14, ore 19.30; venerdì 15, sabato 16, domenica 17 giugno, ore 18.00

Teatro Gobetti, Torino

Prima nazionale

ROBERTO ZUCCO

Teatro Stabile Torino

durata 100' - SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

Licia Lanera, personalità di spicco della nuova scena italiana, dirige gli attori neo-diplomati della scuola del Teatro Stabile di Torino confrontandosi con l'ultima pièce scritta da Bernard-Marie Koltès. Essa ricostruisce la vicenda di un serial killer che, dopo l’omicidio dei genitori, diventa lupo solitario. Un eroe contraddittorio della mitologia del sommerso.

EMPIRE

sabato 16 ore 22 e domenica 17 ore 20

Teatro Astra, Torino

EMPIRE

Durata 120' senza intervallo - versione originale in arabo, greco, curdo, romeno con soprattitoli in italiano

Un resoconto di viaggi nel quale quattro migranti e al contempo  attori professionisti raccontano la loro odissea davanti ad una telecamera, seduti in una vecchia cucina. Un’emozionante performance la loro, per non dimenticare pagine dolorose della storia recente. Con l'intreccio delle narrazioni Milo Rau costruisce uno straordinario affresco teatrale.

MACBETTU

domenica 17, ore 22 e lunedì 18 giugno, ore 20

Fonderie Limone, Moncalieri

MACBETTU

Teatro di Sardegna

durata 90' - versione originale in lingua sarda con sovratitoli in italiano

Premio Ubu 2017 come migliore spettacolo dell’anno, Macbettu propone l’opera nella più pura tradizione elisabettiana. In scena ci sono solo uomini. Ma la cornice non è la Scozia medioevale, bensì una Sardegna arcaica. La riscrittura da Shakespeare di Alessandro Serra è stata tradotta in "limba sarda" da Giovanni Carroni.  In un canto che elude ogni letterarietà.

Menu secondario